Make your own free website on Tripod.com

Elettronica - Le resistenze -

Le resistenze come accennato si misurano in Ohm e 1 OHM=1V/1A.
La caratteristica della resistenza nel piano cartesiano V/I e' una retta, in questo caso la resistenza e' lineare. 
Esistono anche resistenze che variano il proprio valore in funzione della tensione applicata (VDR).
La resistenza di un conduttore si calcola con la seguente formula:

R=ro*l/s 
ro=resistivita' OHM*m2/m a (zero gradi) 
ohm*metro al quadrato/metro

l=lunghezza
s=sezione

A questo punto va detto che tutti i materiali conduttori (non i semiC.) variano la propria resistivita' in funzione della temperatura,
e quindi quanto detto vale alla temperatura di riferimento, 0 gradi.

La resistivita' a una data temperatura allora vale:

ro=ro0*(1+alfa0*T)

alfa0=coefficente di temperatura (gradi alla -1)
a zero gradi C.
ro0=resistivita' a 0 gradi centigradi
T=temperatura

Va altresi detto che il coefficente alfa 0 e' quasi lineare tra -100 gradi e +150 gradi centigradi.

La resistenza di un conduttore a 20 gradi C. allora vale: 

R a 20 gradi=R0(1+alfa0*T)