Make your own free website on Tripod.com

Scarica carica batterie

Lo schema che vedete sotto si riferisce a un circuito di carica scarica
batterie per radiocomandi.
L'idea nata nel 1984 (bei tempi) era di sfruttare l'alimentatore dato
in dotazione alle radio.

Collegamento:

I morsetti +&- della scheda sono collegati al +&- dell'alimentatore in dotazione.

Funzionamento:

Ai tempi le batterie erano da 450-500mAh, e la carica veniva fatta a 0.1 C, carica lenta, e con una carica di questo tipo la batteria
non andava di certo in sovraccarica. Il guaio era che non si poteva sapere se nel pacco (4 o 8 celle),ci
fosse una cella guasta. Si tratta quindi di rilevare la tensione di fine carica (a 0.1C = 1.47
V/cella), e inserire a quel punto un carico che assorba corrente sottraendola alle batterie, e contemporaneamente segnalare tramite led la fine carica.
Per la scarica il concetto e' lo stesso pero' non si alimenta il trasformatore.
Nello schema i punti "ABC" vanno al deviatore carica/scarica, e i due potenziometri P1 & P2 servono per impostare la tensione di inserimento del circuito di assorbimento.

Come va regolata la scheda:

Per chi dispone di un alimentatore e un voltmetro la regolazione e' piu' veloce, altrimenti si usano le batterie e un voltmetro.
Per la scarica si parte con led acceso (la scheda assorbe corrente), (n.b. se il cursore si porta verso il -, il led si spegne),ruotare il
il potenziometro fino a che si spegne. Ora si ruota il potenziometro per fare accendere il led, si legge la tensione, e si continua fino a
quando ..... le batterie sono scese a 0.9Volt/cella.
La cosa vale anche per la carica ma si parte con tensione bassa che sale e led spento a 1.47Volt/cella il led deve essere acceso.

Il disegno sotto rappresenta lo schema del circuito carica scarica, fatto con programma (PRO-NET cad elettronico x AMIGA),e copiando lo schermo su file.

n.b.P1 e P2 50k multigiri
D1 diodo al germanio
D3 diodo silicio tipo 1N4148 1N4001
D2 diodo led colore a piacere....
La tabella componenti sul disegno la 1' colonna a sx x circuito a 4.8V la seconda colonna x circuito a 9.6V

Il disegno sotto rappresenta il PCB del circuito carica scarica:

Lo schema proposto funziona e il suo lavoro lo fa' comunque la tecnologia ci offre prodotti a microprocessore con generazione di curve di carica/scarica, in grado di memorizzare i dati e poi renderli disponibili per un successivo confronto.
Costo 800.000- 1.000.000 
Diversamente per chi voglia risparmiare ci sono carica batterie a tempo o a rilevazione di delta V a prezzi piu'accessibili.
Comunque consiglio di vedere la sezione dedicata alle batterie per un piu' ampio approfondimento del tema.

Tabella con le tensione x carica/scarica 

n' celle Volt nominali V.fine carica V.fine scarica
9 10.8 13.23 8.1
8 9.6 11.76 7.2
4 4.8 5.88 3.6

MADE by Artina Antonio Fulvio